• Home
  • News
  • Standard OAIS: a breve la nuova versione

Standard OAIS: a breve la nuova versione

  • di Redazione

Standard OAIS: a breve la nuova versione
Venerdì, 05 Aprile 2019

Segnaliamo che il CCSDS Data Archive Interoperability Working Group (DAI) è in procinto di ultimare il percorso di revisione dello standard ISO 14721:2012, meglio noto come OAIS - Open archival information system, i cui lavori hanno preso avvio nel 2017.
Come noto, lo standard rappresenta il riferimento internazionale per il settore della conservazione digitale, nonché per le Regole tecniche nazionali in materia.

La più recente versione dello standard, risalente al 2012, era stata riconfermata per l’ultima volta nel 2018 e l’attuale fase è propedeutica al rilascio di nuovi aggiornamenti. La revisione è stata resa dal Working Group il più aperta e partecipativa possibile, attraverso la promozione di iniziative di ascolto rivolte a tutti i portatori di interesse.

Dalle prime rivelazioni trapelate da un membro della community l’archivista digitale olandese Barbara Sierman, (in un resoconto menzionato dal portale di ParER) sono oltre 200 le proposte di revisione dello standard pervenute al CCSDS. Si tratta, in gran parte, di richieste utili ad ottenere, oltre a dei chiarimenti su alcuni concetti chiave, la revisione di alcuni termini (Significant property, Archive --nell’accezione dell’OAIS- Designated Community, Preservation Objective, Content Information) e anche l’introduzione di nuovi (come nel caso di Preservation Watch e Distributed Archives).

L’archivista olandese ha avuto modo di esprimere le proprie considerazioni in merito alla conduzione dei lavori, la cui metodologia è stata valutata nel complesso positiva, in quanto basata su un approccio più trasparente in risposta alla necessità di definire un'architettura di riferimento maggiormente aderente alle pratiche attuali.

La nuova versione dello Standard rappresenta certamente un’importante novità per il settore: resta da verificare come questi aggiornamenti incideranno sullo scenario nazionale che, nel frattempo, si prepara ad accogliere le nuove Linee Guida in materia.

#thedarksideof...

-55 giorni al #Digeat2019... l'appuntamento al buio con il digitale vi aspetta!

Il 30 maggio, al Teatro Eliseo di Roma, tra i tanti temi di questa edizione, ci attende anche il confronto dedicato al delicato tema della conservazione digitale. Quali cambiamenti interesseranno il nostro patrimonio informativo nei prossimi mesi?

Ne parleremo al DIG.Eat 2019 in compagnia di numerosi esperti ed operatori del settore: la partecipazione è gratuita, con registrazione obbligatoria al seguente link.
[evento gratuito - registrazione obbligatoria]

Torna su

ANORC

ANORC Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale
Sede Legale: via Mario Stampacchia 21 - 73100 Lecce - P.I: 04367590751 - C.F: 09747511005 - E-mail: segreteria@anorc.it
© copyright 2016 - Tutti i diritti riservati - Note legali - Mappa del sito