• Home
  • News
  • Minions4Italy. Deresponsabilizzazione costante che paralizza l’Agenda Digitale italiana

Minions4Italy. Deresponsabilizzazione costante che paralizza l’Agenda Digitale italiana

  • di Andrea Lisi, Presidente di ANORC Professioni e Segretario Generale di ANORC

Minions4Italy. Deresponsabilizzazione costante che paralizza l’Agenda Digitale italiana
Martedì, 09 Maggio 2017

Cosa ci è dato conoscere della “rivoluzione digitale”? È questa la domanda che ha spinto l’avv. Andrea Lisi, presidente di Anorc Professioni e segretario generale di Anorc, ad intervenire nuovamente sulle pagine di Key4biz. Una domanda imbarazzante, una volta varcate le soglie del III° millennio, in un Paese come l’Italia dove nulla si sa dell’attesissima rivoluzione e quel (poco) che ci è dato conoscere, viene divulgato a metà e in modo peraltro confuso. L’analisi della digitalizzazione all’italiana -annunciata ogni anno, ma mai pienamente realizzata- passa attraverso FOIA, Codice degli appalti, (ennesima) revisione del CAD, Anagrafe Unica, per approdare al Commissario straordinario e alle imprese del suo Team digitale.

Vi invitiamo a leggere la versione integrale dell’articolo, consultabile al seguente link.

Buona lettura!

Torna su

ANORC

ANORC Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale
Sede Legale: via Mario Stampacchia 21 - 73100 Lecce - P.I: 04367590751 - C.F: 09747511005 - E-mail: segreteria@anorc.it
© copyright 2016 - Tutti i diritti riservati - Note legali - Mappa del sito