• Home
  • News
  • La Corte dei Conti avvia un’indagine sullo stato di attuazione del Piano Triennale nella PA

La Corte dei Conti avvia un’indagine sullo stato di attuazione del Piano Triennale nella PA

  • di Redazione

La Corte dei Conti avvia un’indagine sullo stato di attuazione del Piano Triennale nella PA
Martedì, 02 Luglio 2019

Segnaliamo che a decorrere dal 1° luglio la Corte dei conti ha avviato un’indagine conoscitiva sullo stato di attuazione dell’Agenda Digitale da parte delle Amministrazioni territoriali (Comuni, Province, Città metropolitane, Regioni e Province autonome) tramite la predisposizione del "Questionario per la valutazione dello stato di attuazione del Piano Triennale per l'informatica nella PA".

Il documento è stato elaborato dalla Sezione delle autonomie con il contributo tecnico del Team per la Trasformazione digitale, nell’ambito del Protocollo d’intesa stipulato dalla Corte con il Commissario per l’attuazione dell’Agenda digitale.

Tramite il comunicato diffuso attraverso il sito della magistratura contabile si rende noto che l’indagine si propone di fornire al Parlamento una fotografia sullo stato di attuazione dell’Agenda digitale da parte delle Amministrazioni territoriali (Comuni, Province, Città metropolitane, Regioni e Province autonome), richiamando, al contempo, l’attenzione di tutte le Amministrazioni coinvolte sulla necessità di portare a compimento le attività operative indicate all'interno del Piano Triennale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione 2017-2019.

Si tratta di attività propedeutiche alla realizzazione dell’Agenda Digitale italiana, un obiettivo strategico per l’intero Paese, per raggiungere il quale occorre il contributo di tutte le Amministrazioni Pubbliche.
Il fine ultimo dell’attuazione della trasformazione digitale è quello di migliorare la qualità e la quantità dei servizi resi al cittadino, con maggiore efficienza a fronte di risparmi di spesa.

L’accesso al Questionario sarà possibile esclusivamente attraverso il web con credenziali di accesso SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Poiché le credenziali SPID sono riferite alla singola persona fisica è necessario che ogni Ente individui le persone incaricate di procedere alla compilazione del Questionario e che queste provvedano a munirsi di SPID, qualora non ne siano già in possesso.

Tutte le Amministrazioni coinvolte (oltre 8mila enti) sono tenute a procedere alla compilazione e all’invio del Questionario entro il termine ultimo del 30 settembre 2019.

Per maggiori informazioni su modalità e processo di compilazione del Questionario, vi invitiamo a consultare il seguente link


#ANORCformazione

 Vi ricordiamo che il prossimo 23 ottobre a Milano avrà inizio la sessione autunnale del Mastercourse ANORC, il percorso formativo d’eccellenza pensato per rispondere in maniera completa e concreta alle esigenze diversificate dei dipendenti e dirigenti della PA.

La prima giornata del Mastercourse sarà dedicata ad approfondire i principali contenuti del Codice dell'Amministrazione Digitale, come aggiornato dal D.Lgs 217/2017 e i dettami del nuovo Piano Triennale per l'informatica nella PA.

La docenza sarà a cura dell'avv. Andrea Lisi, Coordinatore Studio Legale Lisi e Presidente di ANORC Professioni.

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a consultare il seguente link

Torna su

ANORC

ANORC Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale
Sede Legale: via Mario Stampacchia 21 - 73100 Lecce - P.I: 04367590751 - C.F: 09747511005 - E-mail: segreteria@anorc.it
© copyright 2016 - Tutti i diritti riservati - Note legali - Mappa del sito