• Home
  • News
  • ANORC
  • Gli standard di conservazione con il regolamento eIDAS: che c’è da sapere

Gli standard di conservazione con il regolamento eIDAS: che c’è da sapere

  • di Giovanni Manca, ingegnere – Vice Presidente di ANORC

Gli standard di conservazione con il regolamento eIDAS: che c’è da sapere
Mercoledì, 23 Gennaio 2019

Segnaliamo l’ultimo contributo a firma dell’ing. Giovanni Manca, Vice Presidente di ANORC, sul tema della conservazione di lungo periodo delle firme digitali e dei dati.
L'analisi dell’ing. Manca parte dal lavoro di standardizzazione condotto da ETSI per stabilire dei parametri di azione condivisi sul tema, reso disponibile attraverso una consultazione pubblica.

Le specifiche pur essendo nello stato di stable draft possono essere ancora modificate dal gruppo di lavoro ETSI, ma la loro analisi già consente di comprendere quali saranno le regole tecniche comunitarie che renderanno applicabile l’articolo 34 del regolamento eIDAS.

L'articolo, pubblicato nella sua versione integrale sulle pagine di Agenda Digitale, è consultabile al seguente link

Torna su

ANORC

ANORC Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale
Sede Legale: via Mario Stampacchia 21 - 73100 Lecce - P.I: 04367590751 - C.F: 09747511005 - E-mail: segreteria@anorc.it
© copyright 2016 - Tutti i diritti riservati - Note legali - Mappa del sito