• Home
  • News
  • Addio scontrino cartaceo: le novità del Decreto Crescita

Addio scontrino cartaceo: le novità del Decreto Crescita

  • di Redazione

Addio scontrino cartaceo: le novità del Decreto Crescita
Lunedì, 01 Luglio 2019

É tempo di dire addio allo scontrino cartaceo. Parte da oggi, 1° luglio 2019, l’obbligo per gli esercizi commerciali di inviare i dati della transazione, tramite un procedimento automatizzato, all’Agenzia delle Entrate.
I dati saranno poi memorizzati nel server del Fisco. In questo modo, gli esercenti potranno monitorare la loro attività commerciale ed essere soggetti a migliori controlli finalizzati al contrasto dell’evasione.

L’obbligo sarà attuato in maniera graduale, tenendo conto della tipologia di attività esercitata.

In questa prima fase, infatti, sono sottoposti all’obbligo solo gli esercizi commerciali con un volume d’affari superiore ai 400 mila euro, i soggetti esonerati dall’obbligo sono: i tabaccai, i venditori di prodotti agricoli, chi presta servizi di telecomunicazione e diffusione e chi effettua servizi di trasporti pubblico di persone e veicoli.

Si tratta, però, di un esonero provvisorio dell’obbligo, perché dal 1° gennaio 2020 verrà esteso ai tutti gli atri operatori economici a prescindere dal volume d’affari.
La circolare n. 15 emessa il 29 giugno dall’Agenzia delle Entrate tranquillizza i soggetti che non sono riusciti a mettersi in regola per tempo con gli obblighi. Le sanzioni di cui all’articolo 2 comma 6 del d. lgs. 127/2015 non verranno applicate per sei mesi, a condizione che i soggetti trasmettano i dati riguardanti i corrispettivi giornalieri entro il mese successivo a quello in cui hanno effettuato l’operazione.

Torna su

ANORC

ANORC Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale
Sede Legale: via Mario Stampacchia 21 - 73100 Lecce - P.I: 04367590751 - C.F: 09747511005 - E-mail: segreteria@anorc.it
© copyright 2016 - Tutti i diritti riservati - Note legali - Mappa del sito